Società Unica Abruzzese di Trasporto (TUA) S.p.A. Unipersonale

REGOLAMENTO DI VETTURA N. 01/01-2024

NORME DI UTILIZZO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO PUBBLICO

 

 

SOMMARIO

Capo I. Informazioni generali

1.      INFORMAZIONI GENERALI

2.      FONTI NORMATIVE

 

Capo II. Servizi, clienti, controllo, trasporto e bigliettazione

3.      TITOLI DI VIAGGIO

3.1.       TITOLI DI VIAGGIO TARIFFA “UNICO”

3.2.       TARIFFA UNICA PER SERVIZI URBANI

3.3.       SUBURBANI A TRATTA

3.4.       INTERURBANI

3.5.       DOVE POSSO ACQUISTARE IL TITOLO DI VIAGGIO?

4.      OGGETTI SMARRITI

5.      RECLAMI, SEGNALAZIONI, SUGGERIMENTI E PROPOSTE

5.1.       CANALI DI ASCOLTO

5.2.       RIMBORSI E INDENNIZZI

5.3.       TUTELA ASSICURATIVA

 

Capo III. A bordo

6.      DIRITTI E DOVERI DEI PASSEGGERI

7.      COMPORTAMENTO IN VETTURA

8.      TRASPORTO DI PERSONE, COSE E ANIMALI

8.1.       PASSEGGINI E CARROZZINE PER BAMBINI

8.2.       PERSONE CON DISABILITÁ O MOBILITÁ RIDOTTA

8.3.       ANIMALI

8.4.       BAGAGLI

8.5.       MONOPATTINI, BICICLETTE PIEGHEVOLI O ALTRI MEZZI DI TRASPORTO PERSONALI

8.6.       TRASPORTO IN PIEDI

9.      REATI ALL’INTERNO DEI MEZZI

10.        RIPRESE TELEVISIVE E FOTO-CINEMATOGRAFICHE – INTERVISTE

11.        SINISTRI A BORDO

12.        VERIFICATORI TITOLI DI VIAGGIO (VTV)

 

Capo IV. Sanzioni, estinzione, rimborsi e ricorsi

13.        SANZIONI AMMINISTRATIVE

14.        ESTINZIONE DELLE VIOLAZIONI

14.1.          VERBALI

14.2.          RISCOSSIONE COATTIVA

14.3.          RATEIZZAZIONE

14.4.          RIMBORSI

14.6.          AVVERSO ORDINANZA – INGIUNZIONE

14.7.          AVVERSO CARTELLA ESATTORIALE

 

Capo V. Disposizioni finali e raccolta trattamento dei dati

15.        DISPOSIZIONI FINALI

16.        RACCOLTA E TRATTAMENTO DEI DATI

 

 

 

Estratto del Regolamento di vettura (scarica in pdf)

Regolamento di vettura (Scarica in pdf)

 

 

Capo I. Informazioni Generali

  1. INFORMAZIONI GENERALI

La Società Unica Abruzzese di Trasporto (TUA) S.p.a. pubblica il presente regolamento, che costituisce le condizioni di trasporto per i passeggeri e il personale.

Lo scopo del regolamento è di agevolare l'accesso al servizio, la sicurezza e la qualità del viaggio, la collaborazione tra l'utenza e il personale viaggiante, e favorire la civile convivenza fra i passeggeri.

Il regolamento è conforme alle norme di settore nazionale (D.P.R. n. 753/1980) e regionale (D.G.R. 1056/2018 del 31/12/2018). 

 

  1. FONTI NORMATIVE.

 

Le fonti normative di tale regolamento sono le seguenti:

  • Regolamento (UE) n. 181/2011;
  • Regolamento (UE) 2016/679;
  • D.P.R. n. 753/1980;
  • Legge n. 689/1981;
  • D. lgs. n. 196/2003;
  • D.G.R. n. 1056/2018;
  • D.G.R.A. n. 548/2016;
  • L. Regione Abruzzo n. 44/2005;
  • D.G.R. n. 290/2015;
  • D.G.R. n.  613/2016;
  • L. Regione Abruzzo n. 13/2008.

Capo II. Servizi, clienti, controllo, trasporto e bigliettazione.

  1. TITOLI DI VIAGGIO.

Le diverse tipologie di biglietti e abbonamenti, nonché le tariffe applicate, sono fissate all’origine dalla Regione Abruzzo con atti amministrativi specifici. Per ultimo, la D.G.R.A. n. 548/2016, attualmente in vigore. Le tariffe sono differenziate per tipo di servizio (urbano, suburbano, interurbano, UNICO Area Metropolitana Chieti-Pescara), periodo di validità, appartenenza del viaggiatore a determinate categorie. La libera circolazione dei cittadini è regolata dalla Legge Regionale n. 44/2005 e dalla Convenzione Regione Abruzzo/Forze di Polizia con TUA. 

  1. TITOLI DI VIAGGIO TARIFFA “UNICO”.
  • I titoli di viaggio con la dicitura “UNICO” sono validi solo all’interno dell’area denominata “Area Metropolitana Pescara-Chieti”. Con questa denominazione viene indicato un territorio costituito dai comuni di: Montesilvano, Spoltore, Cepagatti, Pescara, Chieti, Francavilla al Mare, San Giovanni Teatino, Torrevecchia Teatina, e da parte dei comuni di Silvi, Città S. Angelo, Cappelle, Manoppello, Ripa Teatina e Miglianico.
  • Le linee di confine all’interno delle quali è valida la tariffa “UNICO” sono indicate dalla seguente viabilità: Strada S.S. 16 (punto di partenza della statale sul territorio di Silvi), S.P. Marina di Città Sant’Angelo, Città Sant’Angelo, S.P. per Elice, S.P. per Congiunti, S.P. Cimitero di Cappelle sul Tavo, S.C. Campotino per S. Lucia (Collecorvino), S.S. 151, S.P. Cappelle sul Tavo, Caprara d’Abruzzo, S.P. per Santa Teresa, S.S. 602, Cepagatti, S.P. Vallemare-Villareia, Ponte delle Fascine, S.S. 5, Strada di Bonifica per Colle Marcone e Buon Consiglio, S.S. 81, Chieti, Fondovalle Alento, S.P. Chieti - bv. Ripa Teatina, S.S. 263 Val di Foro, Francavilla Foro.
  • Con i biglietti di corsa semplice e gli abbonamenti denominati “Intera rete” si possono utilizzare le corse delle aziende TUA, Panoramica e Satam che ricadono all’interno dell’area. Con gli abbonamenti “Una linea” si possono utilizzare solo i bus dell’azienda che gestisce la linea selezionata. Se un viaggiatore parte da una località situata al di fuori dell’Area deve munirsi di un biglietto valido per il percorso completo da fuori area. 

 

 

  1. TARIFFA UNICA PER SERVIZI URBANI.
  • I titoli di viaggio urbani sono adottati da TUA solo in alcune realtà locali come Penne, Altino, Ateleta, Gissi, San Vito Chietino e Sant’Eusanio. 

 

  1. SUBURBANI A TRATTA.
  • I titoli di viaggio “suburbani a tratte”, per fasce chilometriche, sono adottati su linee e percorsi di media lunghezza in aree a intensa urbanizzazione e con fermate frequenti. 

 

  1. INTERURBANI.
  • I titoli di viaggio “interurbani a tariffa”, per fasce chilometriche, sono adottati su linee di media e lunga percorrenza che attraversano aree a urbanizzazione ridotta e con fermate distanti.

Gli abbonamenti nominativi sono rilasciati a tutti i cittadini che ne fanno richiesta, senza distinzione di condizione lavorativa, scolastica e di età. Essi devono essere accompagnati da una tessera di riconoscimento con validità annuale (€ 2,60) o triennale (€ 7,50) che può essere richiesta in uno dei seguenti modi:

  1. nelle biglietterie informatizzate con il sistema di emissione TUA mediante il modulo disponibile presso di esse o scaricabile dal sito, una foto e la copia di un documento di identità;
  2. dal sito nella sezione apposita “Area Riservata Clienti”;
  3. dall’app TUAbruzzo.

Hanno diritto a una riduzione sugli importi degli abbonamenti le seguenti categorie di cittadini con residenza in Abruzzo:

  • Coloro che hanno indicatore sintetico di reddito familiare ISEE pari o inferiore a € 10.000,00: è prevista una tariffa agevolata sull’abbonamento mensile;
  • Coloro che risiedono nei comuni classificati come Aree Interne dalle D.G.R. 290/2015 e 613/2016: è previsto uno sconto del 10% su abbonamenti mensili e annuali. È possibile consultare l’elenco dei comuni all’interno del sito aziendale nella sezione “biglietti e abbonamenti/sistema tariffario/agevolazioni tariffarie”. 
  • Gli studenti che risiedono nelle aree svantaggiate indicate nella seguente pagina hanno diritto ad uno sconto del 10% su abbonamenti mensili e annuali.

L’abbonamento impersonale “a vista” si acquista senza tessera di riconoscimento perché può essere usato alternativamente da persone diverse.

La validità degli abbonamenti settimanali e mensili è legata alla settimana o mese solare impressa sul titolo con l’emissione o la timbratura a bordo. 

La validità degli abbonamenti annuali nominativi per studenti è il periodo 1/9-30/6, compresi i giorni festivi. Quella per gli abbonamenti annuali nominativi è di 12 mesi solari consecutivi a partire da quello di inizio validità.

Il carnet di biglietti è un insieme di 10 o 11 biglietti, a seconda delle linee, venduti a prezzo ridotto rispetto alla somma dell’importo dei singoli titoli. 

Smarrimento o furto del solo abbonamento nominativo: se ne può richiedere il duplicato presentando una denuncia di smarrimento o compilando un’autodichiarazione presso le nostre biglietterie. La duplicazione è possibile per i soli abbonamenti acquistati con il sistema di emissione informatizzato TUA. 

Gli abbonamenti prestampati acquistati nelle normali rivendite non informatizzate (edicole, tabaccherie, bar, ecc.) non sono ristampabili perché non tracciati nel sistema. 

La fattura dei titoli di viaggio non viene emessa dalle biglietterie. In caso di necessità, si può scrivere alla mail: assistenza@tuabruzzo.com, avendo cura di indicare allegare la scansione dei titoli di viaggio e i dati anagrafici e fiscali.

Il rimborso degli abbonamenti settimanali e mensili non è previsto.

L’Azienda considera richieste di rimborso parziale solo per gli abbonamenti annuali non oltre otto mesi dall’inizio della validità. I casi sono i seguenti:

  • condizioni o variazioni di esercizio tali da rendere inutilizzabile il titolo di viaggio;
  • cambio di residenza;
  • variazione della sede di lavoro/studio;
  • cessazione dello stato di studente/lavoratore; 
  • malattia grave e perdurante che impedisca l’utilizzo per almeno la metà della validità del titolo;
  • decesso del titolare. 

La richiesta va indirizzata a: Società Unica Abruzzese di Trasporto (TUA) S.p.A. - Direzione Generale - Via San Luigi Orione, 4 - 65128 PESCARA. Essa deve essere adeguatamente motivata e contenere gli originali dei documenti di viaggio (tessera e abbonamento) e le coordinate bancarie (intestatario e iban) di un conto corrente o di una carta di debito abilitata. Per qualsiasi comunicazione utilizzare i canali di ascolto (capitolo 5.1.) o la mail: assistenza@tuabruzzo.com

  1. DOVE POSSO ACQUISTARE IL TITOLO DI VIAGGIO? 

TUA è presente sul territorio abruzzese con proprie biglietterie a Chieti, Pescara, L’Aquila, Lanciano, Avezzano, Teramo e Giulianova. Inoltre sono attive 20 agenzie private convenzionate con sistema di emissione TUA nelle seguenti città: L’Aquila (2), Atessa, Sant’Omero, Roma Tiburtina, Sulmona, Tocco Da Casauria, Chieti Scalo, Val Vomano, Teramo (2), Montorio Al Vomano, Guardiagrele, Villa S. Maria, Tagliacozzo, Villanova, Manoppello, Pratola Peligna, Penne. 

Biglietti e abbonamenti possono essere acquistati anche:

  • sull’app “TUAbruzzo”;
  • dal nostro sito www.tuabruzzo.it;
  • nei punti vendita convenzionati;
  • sugli autobus con le emettitrici di bordo o dal conducente ove previsto.

 

 

  1. OGGETTI SMARRITI.

TUA non assume responsabilità di carattere civile per i bagagli e gli oggetti smarriti o lasciati a bordo degli autobus e nei locali e aree di pertinenza aziendale. Gli oggetti ritrovati a bordo degli autobus, nei locali aziendali e nelle aree di pertinenza aziendale vengono consegnati agli uffici delle sedi locali di competenza. Qualora sia possibile l’identificazione del proprietario, l’Azienda provvede a dargliene comunicazione, invitandolo al ritiro del bene smarrito. Gli oggetti saranno custoditi e tenuti a disposizione per le richieste del legittimo proprietario per un periodo non superiore a tre mesi. Trascorso tale periodo, viene applicata la normativa prevista dal Codice Civile (artt. 927-931) che stabilisce, tra l’altro, la consegna al comune dove è localizzata la sede competente di TUA. Il viaggiatore che vuole accertarsi preventivamente dell’eventuale ritrovamento dell’oggetto può prendere contatti con l’Azienda attraverso il servizio del sito “OGGETTI SMARRITI” (https://www.tuabruzzo.it/bagagli-e-oggetti-smarriti/62.html)  o chiamando il nostro call center (800 14 28 80) indicando il settore oggetti smarriti. Gli oggetti saranno custoditi con diligenza. In ogni caso l’Azienda non risponde dei danni che dovessero subire gli oggetti rinvenuti a causa di un’eventuale inadeguato modo di conservazione. Le indicazioni qui riportate non sono osservate in caso di oggetti deperibili, o ritenuti pericolosi e nocivi, o comunque nel caso ricorrano circostanze tali da richiederne l’eliminazione per motivi igienico-sanitari. TUA non ha alcun obbligo di manutenzione o riparazione degli oggetti smarriti durante il loro periodo di custodia.

  1. RECLAMI, SEGNALAZIONI, SUGGERIMENTI E PROPOSTE.

 

Il Regolamento UE n. 181/2011 stabilisce a livello comunitario i diritti dei passeggeri nel trasporto con autobus. Ai viaggi offerti da TUA, che hanno una percorrenza inferiore ai 250 km., sono applicabili le seguenti parti del Regolamento: art. 4 c.2, art. 9, art. 10 c1, art. 16 c.1 lettera b), art. 17 cc. 1-2, artt. dal 24 al 28. L’organismo nazionale responsabile dell’applicazione del Regolamento è l’Autorità di Regolazione dei trasporti (ART) he gestisce in seconda istanza i reclami inoltrati dai cittadini. Sul sito aziendale è presente una sintesi del Regolamento autorizzata dall’Autorità con le indicazioni per richiederne l’intervento: www.tuabruzzo.it. Il processo di risposta ai reclami è parte del Sistema di Gestione della qualità secondo lo standard UNI EN ISO 9001. TUA ha una piattaforma dedicata, CRM Salesforce, per gestire l’ascolto dei viaggiatori rispetto alle diverse esigenze:

  • acquisendo reclami, segnalazioni, richieste, proposte e suggerimenti sul servizio dell’azienda;
  • fornendo risposta scritta od orale a chi abbia formulato nella rispettiva forma reclami, segnalazioni, richieste, proposte e suggerimenti;
  • fornendo informazioni;
  • trasmettendo al management aziendale e agli uffici responsabili sia quei reclami, segnalazioni, suggerimenti e proposte di maggior interesse per migliorare la qualità del servizio sia la sintesi dei risultati di questa attività di comunicazione. 

 

 

 

  1. CANALI DI ASCOLTO.

 

TUA mette a disposizione diversi canali di ascolto e comunicazione attraverso cui è possibile presentare reclami, segnalazioni, richieste e proposte:

  • sul sito www.tuabruzzo.it nelle sezioni in basso, divise per le categorie di cui sopra;
  • call center 800 14 28 80 attivo nei giorni feriali dalle 07:00 alle 20:00;
  • sedi aziendali per le segnalazioni dirette;
  • servizio postale, indirizzando a: TUA SpA - Direzione Generale - Via San Luigi Orione 4 - 65128 PESCARA; 

I cittadini e i viaggiatori che necessitano di essere ascoltati dall’Azienda, attraverso i canali indicati, sono tenuti a fornire con cura ed esattezza le proprie generalità ed ogni particolare utile per comprendere analizzare e valutare quanto si intende segnalare. Per agevolare questa comunicazione, TUA ha predisposto la piattaforma CRM Salesforce omnicanale. L’Azienda si impegna a fornire una risposta entro un periodo di tempo non superiore a 30 giorni lavorativi dalla data di ricevimento della comunicazione.

Nel caso siano necessari particolari approfondimenti, TUA invierà una comunicazione interlocutoria. L’Azienda ha facoltà di non considerare e non dare seguito alla segnalazione qualora questa sia presentata in toni e modi non rispettosi dell’organizzazione e di chi in essa opera, o nei casi in cui alla stessa persona sia già stata fornita una risposta sullo stesso argomento o la stessa persona inoltri frequenti segnalazioni a carattere palesemente strumentale. 

  1. RIMBORSI E INDENNIZZI.

TUA si impegna a rimborsare i viaggiatori per i disservizi derivanti da una chiara responsabilità dell’Azienda. Non sono considerati tali i disservizi causati da terzi, da cause esterne di forza maggiore, dagli scioperi del personale, dalle condizioni del traffico e delle strade, dalle condizioni climatiche. 

  • Rimborso per disservizio dell’Azienda. Il viaggiatore può chiedere il rimborso del biglietto quando ricorrano i seguenti casi: 
  1. modifica o soppressione del servizio senza preventiva comunicazione;
  2. mancata effettuazione o interruzione del viaggio qualora non ne sia garantito l’inizio o la prosecuzione entro 30 minuti dall’orario previsto anche con corse successive o, comunque, quando si tratti dell’ultima corsa programmata della linea;
  3. ritardo della corsa maggiore di 30’ (urbana e suburbana) e di 60’(interurbana) effettivamente imputabile a inefficienze aziendali. la richiesta deve essere fatta entro e non oltre 7 giorni dal disservizio attraverso uno dei canali indicati nel cap. 5.1. Il rimborso consiste generalmente in un importo pari alla tariffa della singola corsa.

L’Azienda, in casi di particolare disagio, di uso di mezzi alternativi, ecc. effettuerà valutazioni diverse in misura congrua rispetto alla documentazione presentata.

Il viaggiatore, prima della partenza, può richiedere il rimborso del biglietto per le autolinee: L’Aquila - Roma, Sulmona-Avezzano-Roma.

  • Biglietto acquistato in biglietteria Richiesta in biglietteria non meno di 60’ prima della partenza, con originale del titolo di viaggio: rimborso 90%. Per i biglietti A/R è previsto il rimborso anche del solo ritorno.
  • Biglietto acquistato on line Richiesta on line non meno di 60’ prima della partenza tramite Dillo a TUA indicando: numero del biglietto, intestatario di un conto corrente e iban per il successivo bonifico. Per i bonifici su conto non italiano indicare anche il codice BIC/SWIFT. I pagamenti verranno effettuati nel corso del mese successivo a quello della richiesta. In alternativa al rimborso, l’Azienda può valutare anche la richiesta di utilizzare il biglietto per altra corsa.
  • Prenotazioni su abbonamento e carnet Rimborso non previsto. Si può chiedere l’annullamento, con le stesse scadenze e modalità dei biglietti.
  • Biglietti a prezzo ridotto, carnet e abbonamenti settimanali e mensili Rimborso non previsto.

Ad ogni modo si rimanda alla sezione dedicata ai rimborsi e indennizzi

 

  1. TUTELA ASSICURATIVA.

 

TUA, per tutelare i propri viaggiatori e i cittadini, garantisce adeguate coperture assicurative per gli incidenti che coinvolgano la responsabilità dell’Azienda nei confronti dei passeggeri trasportati, nonché rispetto alle norme in materia di responsabilità da circolazione stradale. Le coperture sono rivolte al risarcimento dei danni a persone e cose nel rispetto dei massimali minimi fissati dalla normativa vigente. Le fattispecie che possono dar luogo a forme di risarcimento per responsabilità dell’Azienda sono le seguenti:

  • danni involontariamente provocati a terzi dalla circolazione dei veicoli, compresi i passeggeri trasportati a qualsiasi titolo;
  • danni causati dalla circolazione o stazionamento dei veicoli fuori servizio in aree private anche se non di proprietà del contraente;
  • danni causati ai passeggeri nel momento della salita o discesa dal mezzo;
  • danni ai bagagli e alle cose trasportate da terzi, anche non costituenti vero e proprio bagaglio, esclusi denaro, preziosi e titoli; 
  • danni per danneggiamento o perdita di sedie a rotelle, attrezzature per la mobilità o altri dispositivi di assistenza, ai sensi del Regolamento UE n. 181/2011.

 

Capo III. A bordo.

  1. DIRITTI E DOVERI DEI PASSEGGERI.

I passeggeri hanno diritto a:

  • a un’informazione tempestiva, facilmente reperibile e chiara sui servizi; 
  • alla riconoscibilità, disponibilità e cortesia del personale;
  • all’igiene e pulizia degli autobus e dei locali di passaggio;
  • alla sicurezza, tranquillità e comfort del viaggio; 
  • a un’agevole accesso per il viaggiatore disabile; 
  • alla continuità e certezza del servizio, con rispetto degli orari di partenza e di arrivo delle corse, in condizioni normali di traffico; 
  • al rispetto delle disposizioni sul divieto di fumo su mezzi e locali aziendali aperti al pubblico;
  • alla rispondenza tra servizio acquistato e ricevuto; 
  • al contatto con l’azienda per informazioni, segnalazioni e reclami. 

 

I passeggeri sono tenuti a:

  • presentarsi alla fermata per tempo;
  • segnalare sempre alla fermata, con un cenno della mano, la richiesta di salire sull’autobus; 
  • non salire o scendere dall’autobus quando il mezzo è in movimento, né fuori dalle fermate autorizzate; 
  • viaggiare con un titolo valido;
  • controllare la timbratura sul titolo di viaggio, se prevista; 
  • conservare il titolo di viaggio fino alla discesa dall’autobus, senza cederlo ad altri; 
  • nel caso in cui l’emettitrice e l’obliteratrice siano entrambe fuori servizio rivolgersi al conducente specificando il tipo di biglietto (abbonamento o ticket).
  • esibire, a richiesta del personale di controllo, che è un pubblico ufficiale, un documento d’identità;
  • occupare un solo posto a sedere. Gli appartenenti alle Forze di Polizia che beneficiano della libera circolazione possono occupare solo i posti a sedere lasciati liberi dagli altri viaggiatori paganti
  • agevolare le persone anziane e i disabili a trovare posto a sedere;
  • sorreggersi agli appositi sostegni e maniglie quando si viaggia in piedi; 
  • non disturbare il conducente e gli altri viaggiatori compromettendo la regolarità e la sicurezza del viaggio;
  • non sporcare e non danneggiare interni ed esterni degli autobus e dei locali aziendali; 
  • usare i segnali di allarme o qualsiasi dispositivo di emergenza solo in caso di reale pericolo; 
  • trasportare solo oggetti che non possano danneggiare sé stessi e gli altri viaggiatori; 
  • segnalare per tempo l’esigenza di scendere prima della fermata prevista con gli appositi dispositivi di bordo.

 

  1. COMPORTAMENTO IN VETTURA.

È fatto divieto di avere un comportamento che possa essere pregiudizievole per la regolarità e sicurezza dell’esercizio di persone, cose e mezzi.

In particolare è vietato:

  • fumare all’interno degli autobus, anche con dispositivi elettronici;
  • aprire i finestrini senza l’assenso di tutti i viaggiatori interessati;
  • gettare oggetti dai finestrini;
  • sporgersi dai finestrini con il veicolo in movimento;
  • mangiare o bere a bordo dei mezzi;
  • azionare, salvo i casi di grave ed incombente pericolo, i comandi per l’apertura di emergenza delle porte;
  • arrecare danno di qualsiasi tipo o natura ai veicoli;
  • esercitare attività pubblicitarie (distribuzione, affissione, esposizione, offerta o vendita di stampe o oggetti a scopo reclamistico), commerciali o di beneficenza per raccolta fondi a qualunque titolo, senza preventiva autorizzazione della direzione;
  • trasportare sugli autobus bombole di gas compressi, disciolti o liquefatti, materiali esplosivi di qualsiasi natura, infiammabili, nocivi, corrosivi o contaminanti;
  • trasportare materiali, prodotti, alimenti, ecc. i quali possono, anche potenzialmente, provocare irritazioni, reazioni allergiche, ecc., senza aver adottato opportune cautele per il loro trasporto;
  • accedere in vettura con armi (fatta eccezione per gli agenti delle forze dell’ordine), materiali, oggetti ed involucri che, per natura, forma, volume o condizioni, possano risultare molesti o pericolosi per i viaggiatori e/o arrecare danno agli stessi;
  • distrarre il conducente durante la guida, impedire od ostacolare lo stesso nell’esercizio delle sue funzioni. è comunque possibile rivolgersi al conducente per chiedere informazioni attinenti al servizio ed in caso di emergenze ed inconvenienti (es.: malore, borseggio, molestia, guasti, sinistri);
  • cantare, suonare, schiamazzare o tenere comportamento sconveniente o molesto, tale da arrecare in qualsiasi modo disagio o disturbo alle persone o danni alle vetture;
  • accedere in autobus in stato di ebbrezza o in condizioni fisiche o psicofisiche tali da non consentire il corretto utilizzo del servizio o da arrecare danno a sé e agli altri;
  • accedere in autobus con abbigliamento sudicio o indecente o con segni evidenti di malattie contagiose o ferite che possano arrecare danno o molestia agli altri passeggeri, salvo il caso di pronto soccorso;
  • effettuare accattonaggio.

In tutte le ipotesi di violazione dei sopraindicati divieti i trasgressori sono allontanati dall’autobus, previo ritiro del documento di viaggio, senza diritto ad alcun rimborso per il percorso ancora da effettuare, oltre all’applicazione delle previste sanzioni amministrative, e fatte salve le ulteriori azioni di legge.

  1. TRASPORTO DI PERSONE, COSE E ANIMALI.

 

  1. PASSEGGINI E CARROZZINE PER BAMBINI. 

L'uso di passeggini o carrozzine per bambini sui mezzi di TUA S.p.a. è permesso, a condizione che siano conformi alle disposizioni di legge e alle norme contenute nel presente regolamento. L'utilizzo di passeggini o carrozzine per bambini sui mezzi di TUA S.p.a. è a carico del passeggero, che è responsabile di eventuali danni causati al patrimonio aziendale o ad altri passeggeri. Il trasporto di passeggini e carrozzine è gratuito, oltre al titolo di viaggio del passeggero.

È consentito il trasporto gratuito di un solo passeggino/carrozzino chiuso e sistemato in modo da non arrecare intralcio agli altri viaggiatori.

Servizio urbano

I passeggini possono essere portati a bordo dell'autobus piegati e chiusi, senza limitazioni di numero. Durante il viaggio, devono essere posizionati in modo da non ostacolare gli ingressi e le uscite, la sicurezza dei passeggeri e la funzionalità dell'autobus. Le carrozzine e i passeggini possono rimanere aperti solo nelle aree dedicate alle persone con disabilità, identificate da apposita segnaletica. In questo caso, devono essere bloccati e assicurati al bambino. Non devono essere utilizzate le cinture di sicurezza dell'autobus. Le carrozzine e i passeggini devono essere posizionati in modo da non occupare il corridoio centrale o altre aree di passaggio. Il numero massimo di carrozzine e passeggini aperti ch

Ulteriori informazioni

Data di pubblicazione
10 luglio 2024

Ultimo aggiornamento
10 luglio 2024 ore 12:38

FAQ
Cerca tra le domande che vengono più frequentemente poste dagli utilizzatori dei nostri servizi

Quanto sono chiare le informazioni su questa pagina?

Valuta da 1 a 5 stelle la pagina

Grazie, il tuo parere ci aiuterà a migliorare il servizio!

Quali sono stati gli aspetti che hai preferito?1/2

Dove hai incontrato le maggiori difficoltà?1/2

Vuoi aggiungere altri dettagli?2/2

Inserire massimo 200 caratteri